Che fine fanno le capsule del caffè esauste una volta che la bevanda è stata consumata? Abbiamo già trattato l’argomento nell’articolo Capsule di caffè in plastica: quale sarà il loro futuro? perché il rispetto dell’ambiente ci sta molto a cuore. Al momento la risposta alla domanda, purtroppo, è sempre la stessa. Le capsule del caffè vengono gettate come rifiuto indifferenziato, andando a finire in discarica o negli inceneritori.

In questi ultimi anni si è cercato da varie parti di trovare una soluzione al problema. Molti produttori di caffè in monoporzione continuano tutt’oggi ad investire nella produzione di involucri biodegradabili o compostabili. Trovi le capsule e le cialde amiche dell’ambiente nella sezione green del nostro shop.

Il progetto pilota in Friuli Venezia Giulia

La prima Regione italiana a trovare una soluzione concreta pare sia il Friuli Venezia Giulia. Di recente ha, infatti, firmato un protocollo d’intesa sia con le tre aziende che gestiscono la raccolta dei rifiuti nella regione che con le celeberrime Illy e Nestlè. Grazie a questo progetto, da luglio prossimo sarà attivato un impianto che si occuperà di separare la parte umida dall’involucro, sia esso in plastica o in alluminio. Il contenuto della capsula esausta, formato da polvere di caffè e acqua, potrà essere avviata al compostaggio. L’involucro, invece, verrà correttamente riciclato. 

Non vediamo l’ora che anche tutte le altre regioni d’Italia sposino questo bell’esempio di economia circolare. Finalmente anche la nostra amata pausa caffè potrà essere ecofriendly!