A Torino nel quartiere Aurora ha aperto ufficialmente le porte al pubblico lo scorso 8 Giugno la “Nuvola Lavazza”, progetto dell’architetto Cino Zucchi. Non solo nuova sede dell’Azienda, arrivata ormai alla quarta generazione, ma un insieme di luoghi, raccolti attorno alla Piazza Verde, che incarna i suoi valori e racconta i 120 anni di attività. Uffici all’avanguardia sostenibili, il Bistrot, lo Store, un ristorante gourmet (“Condividere”), lo spazio per gli eventi (la “Centrale”, ex centrale Enel), l’Archivio Storico, il Museo. La “Nuvola Lavazza”, quindi, non è solo Headquarter, ma uno spazio flessibile aperto alla città ed al mondo intero, in un continuo dialogo tra cultura e innovazione.

Il caffè è, ovviamente, il grande protagonista del Museo Lavazza. All’ingresso del Museo viene consegnata al visitatore una tazzina interattiva: grazie ad essa sarà possibile attivare le 52 installazioni multimediali delle 5 aree tematiche in un percorso circolare. In “Casa Lavazza” Luigi Lavazza racconta come a fine ‘800 fondò l’Azienda con 50 lire, mentre nella “Fabbrica” il visitatore coltiva e lavora le ciliegie di caffè fino ad ottenere la propria miscela. In “Piazza”  si può osservare da vicino la prima macchina per l’espresso, ma anche quella con cui Samantha Cristoforetti ha gustato il caffè nello spazio. Nell’”Atelier” ci si immerge nella storia del marchio: dal Carosello a Manfredi, da Carmencita al Paradiso. Infine c’è l’”Universo”: come in una magia ci si ritrova catapultati a 360° nel mondo del caffè. Per chi si reca a Torino una visita è d’obbligo!