La Coffea, pianta originaria dell’Etiopia, ma ormai diffusa in tutti i paesi tropicali, appartiene alla famiglia delle Rubiaceae ed è la famosissima pianta del caffè.

CARATTERISTICHE GENERALI

E’ una pianta sempreverde, con portamento arbustivo e foglie decorative, che raramente supera il metro e mezzo di altezza se coltivata in appartamento.

E’ provvista di fusti abbastanza esili e le foglie sono ovali più o meno appuntite, lunghe circa 15 cm, lucide, di un bel colore verde scuro e con i margini seghettati.

I fiori sono raggruppati in grappoli e sbocciano a metà estate; sono di colore bianco, stellati e molto profumati, tuttavia è raro che la pianta fiorisca in appartamento.

I frutti sono delle bacche rosse contenenti ciascuna due semi, proprio quelli che tradizionalmente chiamiamo “chicchi di caffè”.

PRINCIPALI SPECIE

Esistono circa 60 specie appartenenti a questo genere, tra le quali ricordiamo:

  • COFFEA ARABICA

Originaria dell’Etiopia, cresce come un arbusto raggiungendo anche i 6 m di altezza; se coltivata in appartamento non supera il metro..

E’ una pianta nel complesso molto aggraziata con fusti e rami leggeri, con foglie ovali lunghe 15 cm e di un bel colore verde lucido, ondulate sui margini.

I fiori sono bianchi, profumati e in grappoli; compaiono in piena estate all’attaccatura delle foglie sugli steli.

La varietà di Coffea Arabica più rinomata per la produzione di caffè è la Moka, coltivata prevalentemente in Arabia. Si caratterizza per i chicchi di caffè piccoli ma molto aromatici, di colore verde rame e di forma un po’ piatta ed allungata. Altre varietà utilizzate per la produzione di caffè sono anche la Tipica, la Bourbon e la Maragogype.

  • COFFEA ROBUSTA

La Coffea robusta è originaria dello Zaire e possiede delle foglie cerose, di colore verde scuro ed appuntite. I fiori sono molto bianchi e profumati. Si tratta di una pianta che dà meno problemi di coltivazione rispetto alle altre varietà ed ha una produzione molto abbondante.

I suoi chicchi sono un po’ più piccoli rispetto a quelli della Coffea arabica, ma molto più ricchi di caffeina quindi rimangono più aromatici una volta torrefatti.

  • COFFEA LIBERICA

La Coffea liberica è originaria della Liberia (da cui il nome) e della Costa d’Avorio ed è caratterizzata da grandi foglie lucide, lunghe anche 30 cm, di colore verde scuro.

Produce dei chicchi di caffè molto grandi, anche se di qualità inferiore rispetto all’arabica ed alla robusta. In genere questa pianta viene usata come portainnesto o come pianta da incrocio con le specie più pregiate, sfruttando la sua caratteristica di essere particolarmente resistente alle malattie.

  • COFFEA EXCELSA

La Coffea excelsa viene coltivata prevalentemente a scopo industriale in quanto dai suoi frutti si ricava un caffè molto gradevole ed aromatico, molto simile a quello dell’arabica.

Altre specie un po’ meno pregiate sono:

  • COFFEA STENOPHYLLA
  • COFFEA MAURITIANA
  • COFFEA RACEMOSA
  • COFFEA CONGENCIS
  • COFFEA NEO ARNOLDIANA