Ci sono ottime notizie per i consumatori del caffè in capsule ed, in generale, per tutti gli amanti del caffè! Un recentissimo studio in laboratorio, eseguito su 11 campioni scelti tra le marche più acquistate in Italia, ha dato risultati più che soddisfacenti.

Il caffè: la bevanda più amata dagli italiani

I dati parlano chiaro: gli italiani non vogliono rinunciare al caffè! Ogni giorno 8 persone su 10 lo bevono appena svegli, anzi non potrebbero iniziare la giornata senza una buona tazzina di espresso.

4 italiani su 10 hanno già da tempo abbandonato la classica moka, preferendo al suo posto le macchinette a cialde o capsule, molto più pratiche e soprattutto veloci. Le capsule hanno, però, sin da subito sollevato molte preoccupazioni. Che siano in plastica o in alluminio ci si è posti il dubbio se tali materiali, durante l’erogazione del caffè, possano rilasciare sostanze dannose per la salute.

L’inchiesta del “Il Salvagente”

Il 22 Aprile scorso “Il Salvagente”, testata leader nella conduzione di test di laboratorio a tutela dei consumatori, ha pubblicato sul proprio sito un importante articolo. Sono stati resi noti i risultati delle analisi condotte in 3 diversi laboratori proprio sulle capsule di caffè. La rivista è in edicola dal 23 Maggio.

Il test è stato condotto sulle miscele di caffè più intense. Infatti, la tostatura spinta è quella che desta maggiori preoccupazioni dal punto di vista del rilascio di contaminanti pericolosi per la salute. E’ il caso dell’acrilammide e dei furani. Si tratta di sostanze tossiche che si sviluppano quando ci sono in gioco alte temperature. Sono responsabili di molte malattie epatiche e cancro al fegato.

Ma per fortuna le risposte ottenute sono ottime. Gli amanti del caffè in monoporzione possono stare tranquilli! Nessuno tra gli 11 campioni analizzati ha rilasciato nella bevanda molecole potenzialmente tossiche (quali ftalati e bisfenolo), né sono state trovate tracce di pesticidi nel caffè. Addirittura, i valori di acrilammide e furani sono risultati inferiori alla metà di quanto raccomandato dall’Autorità europea competente in materia di sicurezza alimentare.

E’ stato, inoltre, esteso il test anche al gusto, eseguendo una prova organolettica molto severa. Ma anche in questo caso non è stato rilevato nessun difetto.

Gli italiani possono, quindi, continuare a bere in tutta sicurezza il loro amato caffè…anche in capsule!